INSEMINAZIONE
ARTIFICIALE

Inseminazione artificiale.

Il trattamento di Inseminazione Artificiale è indicato per le donne fino a 38-40 anni che non riescono a rimanere incinte naturalmente. Oltre a essere indicato nelle donne che hanno un partner, può essere effettuato anche da donne single o le coppie di donne che per poter effettuare il trattamento hanno bisogno del seme del donatore.

 

L’Inseminazione Artificiale offre un’opzione più accessibile e meno invasiva rispetto ad altre tecniche di fecondazione in vitro. Può essere fatta su ciclo naturale o stimolato a seconda della storia clinica della paziente.

 

L’obiettivo è quello di sviluppare 1 o 2 follicoli al massimo, per evitare rischi di gravidanza plurigemellare. Con questo fine, le dosi dei farmaci utilizzati per la stimolazione sono molto basse.

 

Le percentuali di successo si aggirano intorno al 25% per ogni tentativo, e dipendono da diversi fattori, come l’età della donna, la qualità degli spermatozoi e la causa sottostante dell’infertilità.

 

In tutti i casi è sempre consigliato evitare di effettuare oltre i 3 tentativi per evitare di perdere tempo utile ai fini dell’ottenimento della gravidanza con un trattamento di fecondazione omologa.

Il trattamento di IA è una tecnica di primo livello in quanto la fecondazione avviene direttamente nelle tube di Fallopio.

Prima di procedere con il trattamento è quindi obbligatorio effettuare un esame delle tube (isterosalpingografia o isterosonografia) e verificare che siano permeabili.

 

Se vuoi saperne di più sulla IA, puoi accedere ai miei articoli sul tema dal mio blog, cliccando qui.

 

 

Di seguito vengono riportate in maniera dettagliata le distinte fasi del trattamento di Inseminazione Artificiale.

LE FASI DELL’INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

Giorno 02

La stimolazione inizia il 2° giorno del ciclo mestruale con un basso dosaggio, in modo che non si sviluppino troppi follicoli.

Giorno 05

Il 5° giorno della mestruazione, si effettua la prima ecografia per vedere come cresce il follicolo dominante.

Giorno 07

Il 7°/8° giorno si esegue una seconda ecografia di controllo + un esame del sangue per estradiolo e progesterone. A seconda dello sviluppo follicolare, il medico può richiedere un'altra ecografia dopo 24-48 ore.

Giorno 09

Se il follicolo dominante ha raggiunto i 18 mm o più, si somministra HCG per stimolare l'ovulazione.

Giorno 11

36 ore dopo si procede all'inseminazione intrauterina con lo sperma del partner o di un donatore. La paziente riposa in clinica per circa 1 ora e poi può riprendere la sua vita normale.

Giorno 26

15 giorni dopo farà il test di gravidanza e comunicherà il risultato al centro PMA, che indicherà come procedere.

*  Questa tempistica e la sua descrizione sono indicativi e possono variare a discrezione del medico o della clinica.

I protocolli clinici vengono sempre stabiliti dal personale medico della struttura sullo studio personalizzato di ciascun caso clinico. 

 

 

Inseminazione artificiale.

 

Seguimi su Instagram

×