EMBRIOADOZIONE

Embriodonazione

L’adozione di embrioni donati o Embrioadozione è un trattamento di Fecondazione Assistita per coppie con problemi di fertilità, tanto maschili che femminili. Vi possono accedere anche donne single o coppie di donne che hanno bisogno di entrambi i gameti per poter avere una gravidanza.

 

Gli embrioni sono stati previamente congelati  da un’altra coppia che, avendo avuto la gravidanza, ha deciso di donare i gameti in eccedenza a fini riproduttivi.

 

Per l’adozione di embrioni donati è necessaria solo la preparazione endometriale da parte della paziente.

Questo processo può fornire una soluzione affettuosa per gli embrioni rimasti congelati. Offrendo loro l’opportunità di svilupparsi in un ambiente amorevole e di essere parte di una famiglia dedicata.

 

L’embrioadozione rappresenta quindi un’alternativa preziosa per coloro che desiderano costruire una famiglia, superando le sfide della fertilità in modo etico e amorevole.

In Italia, ad oggi, la legge non permette di accedere a questa tipologia di trattamento indipendentemente dallo stato civile della paziente.

Gli embrioni in surplus sono destinati a rimanere in laboratorio ad oltranza.

 

Se vuoi saperne di più sull’Embrioadozione, puoi accedere ai miei articoli sul tema dal mio blog, cliccando qui.

 

Di seguito vengono riportate in maniera dettagliata le distinte fasi del trattamento che, nel caso dell’Embrioadozione, consistono nella preparazione endometriale per la paziente che riceve gli embrioni.

LE FASI DELL’EMBRIADOZIONE

Giorno 02

La preparazione dell'endometrio della ricevente inizia il 2° giorno delle mestruazioni. La preparazione avviene quasi sempre con estrogeni assunti per via orale, ma si possono usare anche i cerotti. La dose abituale è di 6 mg al giorno, in 3 dosi separate (ogni 8 ore). 3 dosi separate (ogni 8 ore), ma ogni paziente avrà un piano terapeutico personalizzato in base alle indicazioni mediche.

Giorno 08-10

Dopo 8/10 giorni di preparazione sarà necessario effettuare un'ecografia per misurare lo spessore e la struttura dell'endometrio e un'analisi dell'estradiolo e del progesterone. A seconda dei risultati, il medico può ordinare una nuova ecografia qualche giorno dopo. A questo punto, l'endometrio dovrebbe essere idealmente di 7 mm (minimo) e di spessore trilamellare.

Giorno 11

In coincidenza con il giorno dell’estrazione ovocitaria, la ricevente inizierà ad assumere progesterone.

Giorni 14

L'embrione (o gli embrioni) donati vengono scongelati e trasferiti alla ricevente.

Giorni 31

15 giorni dopo, la ricevente effettuerà il test di gravidanza e comunicherà il risultato al centro di centro PMA, che indicherà come procedere.

*  Questa tempistica e la sua descrizione sono indicativi e possono variare a discrezione del medico o della clinica.

I protocolli clinici vengono sempre stabiliti dal personale medico della struttura sullo studio personalizzato di ciascun caso clinico. 

 

 

Embriodonazione

Seguimi su Instagram

×