Non mollare: parola chiave per il nostro sogno!

NON MOLLARE PAROLA CHIAVE PER IL NOSTRO SOGNO

Non mollare: la parola chiave per riuscire a realizzare il nostro sogno! Ho deciso di intitolare così questa nuova testimonianza lasciata da una cara paziente perché penso che questa parola chiave sia il segreto per risucire in tutto quello che facciamo.

Mentre leggevo la testimonianza mi venivano i brividi, quanto dolore, quanta paura e soprattutto quanta forza bisogna avere per risucire ad andare avanti e non mollare.

La nostra storia inizia 10 anni fa…..
Io e mio marito convivevamo da soli 7 mesi e, nonostante la nostra giovane età, durante un viaggio abbiamo deciso che era il momento di avere un figlio.

Dopo un anno di insuccessi ci rivolgiamo a una clinica in Italia e con il loro inizia il nostro percorso.
Dagli esami tutto andava bene, ma purtroppo le mie procedure terminavano sempre con la stessa telefonata “Signora abbiamo il risultato delle sue Beta, sono negative”.

Ricordo ogni attimo vissuto…

Ma decidiamo di andare avanti e non mollare!

Il dolore, i pianti, le delusioni, i tanti, troppi perché senza risposta, ma per noi era molto più forte il desiderio di  NON MOLLARE.

Ci prendiamo un po’ di tempo per riflettere ma NON MOLLIAMO.

Fin da subito abbiamo deciso che non avremmo raccontato a nessuno, neanche alle nostre famiglie del percorso che stavamo facendo e tante volte mi sono ritrovata a dover nascondere il dolore dietro a tanti sorrisi di facciata.

A fine 2017 decidiamo di darci l’ultima possibilità con una procedura di ovodonazione all’estero.

Nuove paure, nuove sfide, ma un’unica sola certezza: NON MOLLARE

All’inizio un pochino la cosa mi spaventava, però volevo farlo per me e per mio marito.
Non avrei mai accettato di vivere con il rimorso del “se l’avessi fatto magari ora avrei un figlio”.
Se il mio destino sarebbe stato quello di non avere figli, avrei comunque voluto vivere la mia vita con la consapevolezza di averle provate tutte senza negarmi mai nessuna possibilità.
E poi mi sono guardata indietro, ho visto tutti gli ostacoli che avevamo superato fino a quel momento, mollare tutto cosi sarebbe stato da stupidi!

La scelta del centro di fertilità. La nostra esperienza alla ProcreaTec!

Chiedo consulto alla mia ginecologa, la stessa che per tutti questi anni mi ha seguita nei percorsi di fecondazione assistita, anche lei è d’accordo e mi passa alcuni nominativi di cliniche estere, e noi dopo esserci informati un po’su internet scegliamo di contattare la PROCREATEC di Madrid.

E’ stata la scelta migliore che potevamo fare, e non lo dico perché le mie beta sono positive, lo dico perché con loro è scattata immediatamente la scintilla, abbiamo capito fin dal primo incontro via skype avuto con Angela e la Dott.ssa Lopez che avevamo preso la decisione giusta. E’ difficile da spiegare ma fin da subito abbiamo avuto quella sensazione positiva, di estrema serietà e professionalità.
Ci hanno dato fiducia. Ci hanno convinti sempre di più a non mollare!

Da li è iniziato il nostro viaggio con loro….non nego che ci sono stati momenti in cui mi è crollato tutto addosso, la paura di non farcela, di non trovare il volo, la lontananza….oggi se ci ripenso erano cose banali ma in quel momento erano tutto per me.

Bastava però che scrivessi una mail ad Angela e lei trovava sempre il modo di tranquillizzarmi.
Nonostante la distanza mi ha seguita in tutto, passo per passo, ogni dubbio ogni perplessità, era sempre li pronta a rispondermi e darmi sostegno.

Tutte le persone intorno a noi, comprese le nostre famiglie pensavamo che ci fossimo presi una settimana di vacanza a Madrid, ma in realtà stavamo affrontando il viaggio più importante della nostra vita, quello che, in cuor nostro, speravamo ci avrebbe portato da nostro figlio, perché avevamo deciso di non mollare!

Un sogno che diventa realtà!

In un batter d’occhio mi sono ritrovata su quel volo aereo e poi di fronte all’insegna “Clinica Procreatec”.
Non mi sembrava vero….non era più una pagina internet, eravamo li pronti ad entrare!

Ho conosciuto la dott.ssa Lopez e Irene, una collega di Angela.
Ricordo l’ecografia e il bellissimo sorriso della dott.ssa Lopez quando mi ha guardata e mi detto che andava tutto molto bene.
Abbiamo lasciato la clinica felici e colmi di speranza.

Madrid è una città bellissima, l’abbiamo girata tutta, di giorno, di sera, mangiato i loro buonissimi panini col prosciutto crudo e non passava giornata senza che io non mi soffermassi a guardare i volti delle ragazze sulle metro, nelle piazze e domandarmi: “Chissà come sarà la mia donatrice?”

I giorni dopo la raccolta Angela mi chiamava per tenerci informati.
Ogni volta che suonava il mio cellulare e vedevo il numero della clinica era un colpo al cuore.
Tutto procedeva al meglio e alla fine abbiamo trasferito due belle blastocisti e congelate altre due!

Mio marito sempre al mio fianco, inseme per non mollare!

Cercavo di distrarmi, ma avevo la testa pieni di pensieri, di paure…, ma mio marito mi ha sempre sostenuta e ricordo ancora le meravigliose parole che mi ha detto dopo che avevo pianto tra le sue braccia.

Si è limitato a dirmi poche parole, ma erano colme d’amore e di forza!

Il giorno del transfer Angela ci ha fatto accomodare in una stanza, abbiamo parlato e poi ha guardato mio marito e gli ha detto “vuoi entrate anche tu? Ti porto la tuta?”
CHE MERAVIGLIA AVERLO AVUTO ACCANTO IN QUEL MOMENTO!

Qualche giorno fa ho fatto l’esame delle beta.
Il pomeriggio ho aspettato che tornasse mio marito per aprire insieme il file.
E’ stato l’invio più difficile della mia vita.
Si è aperto il referto, e di fronte a quei quattro numeri ho iniziato a tremare, non ci potevo credere!
Le mie beta erano POSITIVE e come mi ha detto Angela, anche belle alte!
Settimana prossima avrò la prima eco e scoprirò quanti sono!

In quel momento mi sono passati davanti questi dieci anni e tutto quello che abbiamo passato!
Il mio sogno forse si stava realizzando…è questo il bello dei sogni, che a volte si avverano!

Ho il cuore che mi scoppia di gioia, ma voglio comunque tenere i piedi per terra, la strada fino a dicembre è tanto lunga!

STRADE DIFFICILI PORTANO A DESTINAZIONI MERAVIGLIOSE…
la nostra strada ci ha portato alla Procreatec, dove abbiamo lasciato un pezzo di cuore….

Angela7919

arlotta.angela@gmail.com

6 Commenti
  • cira
    Rispondi
    giugno 23, 2018

    mi chiamo Cira e sono del sud della Puglia, voglio ringraziare tutta l’equipe medica che ha seguito me è mio marito in questo viaggio della speranza. persone con veri valori molto professionali ma soprattutto con un grande cuore. Il nostro vaggio e terminato con l’attesa di un bel fagiolino e circa tre giorni fa abbiamo visto il suo cuore battere. grazie di cuore a voi tutti della clinica ma in particolare alla dottoressa Lourdes Angela e Irene un abbraccio fortissimo.

  • giugno 28, 2018

    Buonasera a tutti, tra qualche mese arriverò e la mia mamma e il mio papà mi chiamano già L’una , mi amano dal mio primo battito ad ogni calcetto che.regalo, per non parlare delle eco sembrano 2 bambini nel vedermi
    Grazie. Zie di Procreatec per avermi regalato ai miei genitori starò benissimo con loro
    Luna

  • Elena
    Rispondi
    agosto 7, 2018

    “Anche nel deserto più arido può nascere un fiore” Con questa bella frase di speranza prendo coraggio e scrivo testimonianza della nostra esperienza e del nostro arrivo a Procreatec. Il nostro deserto è durato due anni, la strada per raggiungere il sogno di allargare la nostra famiglia si è mostrata molto arida per un problema di poliabortivita’, rimanendo fermi in Italia si sarebbero perse tutte le speranze lungo la strada. E fu così che uniti e coraggiosi, io e mio marito abbiamo scelto di rivolgerci all’ equipe di Procreatec, persone esperte, professionisti nel campo della procreazione assistita che oltretutto spiccano di sensibilità ed empatia con le coppie che devono affrontare un percorso impegnativo come è stato il nostro. Noi ora siamo in attesa che cresca e il nostro fiorellino… proprio ieri si è riaccesa la speranza di una futura nascita … le nostre beta erano fortemente positive al primo impianto di una bella blastocisti! Lo stato d’animo è molto felice, darsi delle possibilità di riuscita chiedendo l’ aiuto allo staff di Procreatec è stata la scelta migliore per la realizzazione dei nostri desideri! Sapere che è stato fatto tutto il possibile e nel migliore dei modi è una grande soddisfazione! Con grande gratitudine e stima ci siamo resi conto che dovevamo proprio fare un passo più grande, ovvero affidarci a Procreatec, per sognare più in grande….

Lascia un commento:

Share This