Mio figlio: la scelta più giusta, testimonianze…

Mio figlio
Ciao Angela,
spero tu stia sempre bene.
Scusa se mi permetto ma qualche sera fa ho scritto un pensiero che ti volevo inviare, se ti va per pubblicarlo sul tuo blog (ti chiedo sempre l’anonimato).
E’ nato tutto per caso. La verità è che a inizio anno avremmo voluto fare un altro viaggio da voi, pero’ abbiamo preso una casa nuova e visto i nove mesi tanto difficili trascorsi con Leon l’idea di un trasloco e una gravidanza contemporaneamente ci spaventava tanto cosi abbiamo deciso di posticipare.
(E per fortuna! visto poi come sono andate le cose!)
E niente pensavo a quelle coppie che magari dopo tanta indecisione si erano decise e poi….il coronavirus ha bloccato i loro sogni.
 Io te lo riporto qui sotto (non riesco ad allegarti il documento world…) Poi vedi tu.

VOGLIO INIZIARE DICENDO CHE HO SCRITTO QUESTE RIGHE CON LA SPERANZA DI AIUTARE COLORO CHE POSSONO DIVENTARE GENITORI SOLO CON UNA OVODONAZIONE E CHE HANNO PAURA E NON RIESCONO A SUPERARE DEGLI OSTACOLI DETTATI SOLO DALLA MENTE….

QUI IN ITALIA, COME IN SPAGNA E NEL RESTO DI QUASI TUTTO IL MONDO STIAMO VIVENDO UN MOMENTO SURREALE, CHE MAI NESSUN ESSERE UMANO AVREBBE IMMAGINATO DI VIVERE….E VI CONFESSO CHE QUANDO AL TG HANNO ANNUNCIATO CHE ANCHE A MADRID LE VITTIME STAVANO AUMENTANDO SEMPRE PIU’ IL PENSIERO MIO E DI MIO MARITO E’ ANDATO DIRETTAMENTE AD ANGELA. CI SIAMO DETTI “CHISSA’ ANGELA COME STA?”

SI PERCHE’ LA SUA MERAVIGLIOSITA’ E’ STATA PER NOI FIN DA SUBITO TANGIBILE E LA CITTA’ DI MADRID CI E’ RIMASTA NEL CUORE.

DEVO DIRE CHE IN QUESTI MESI DI “RECLUSIONE” STO GODENDO A PIENO DELLA PRESENZA DI MIO FIGLIO NELLA MIA VITA (sono rientrata al lavoro che lui era piccolo) E NONOSTANTE LA SITUAZIONE CHE C’E’ FUORI, E’ MERAVIGLIOSO.

ORAMAI CAMMINA, INTERAGISCE, SVUOTA I MOBILI, SPALANCA I SUOI OCCHIONI QUANDO FA UNA NUOVA SCOPERTA, NON GLI SFUGGE NULLA, BALLA E CANTA E GLI PIACCIONO MOLTE CANZONCINE DELLA BABY DANCE IN SPAGNOLO…VE LO GIURO! E A NOI QUESTA COSA CI FA TANTO SORRIDERE!

UN POMERIGGIO, MENTRE LO OSSERVAVO, MI SONO RIAFFIORATI NELLA MENTE TANTI MOMENTI CHE NON AVEVO DIMENTICATO MA SEMPLICEMENTE MESSO NELLA SCATOLA DEI RICORDI E DA LI’ E’ NATA LA VOGLIA DI CONDIVIDERE CON VOI TUTTO CIO’.

IL NOSTRO PERCORSO RISALE A MAGGIO DI DUE ANNI FA E GENNAIO DELL’ANNO DOPO CON UN PO’ DI ANTICIPO ABBIAMO TOCCATO CON MANO IL SOGNO DI STRINGERE TRA LE BRACCIA L’AMORE NOSTRO.

A DISTANZA DI UN ANNO E MEZZO DALL’INIZIO DEL NOSTRO PERCORSO, E’ NATO MIO FIGLIO, LA SCELTA PIU’ GIUSTA, PIU’ BELLA E PIU’ FELICE CHE ABBIA MAI PRESO NELLA MIA VITA.

PERO’ NON MI SONO MAI RIMPROVERATA  “SE LO SAPEVO LO FACEVO PRIMA”….NO PERCHE’ PRIMA NON SAREBBE STATO IL MOMENTO GIUSTO.

IN POCHI NOTANO SOMIGLIANZE TRA ME E MIO FIGLIO, E LA COSA MI FA SORRIDERE; GIUSTAMENTE QUASI TUTTI DICONO CHE ASSOMIGLIA TANTO AL SUO PAPA’, IMMANCABILMENTE GLI SGUARDI MIEI E DI MIO MARITO SI INCROCIANO E LUI RISPONDE “MENO MALE PERO’ CHE DORME QUANTO LEI!”

E CREDETEMI E’ UNA BELLA SENSAZIONE DI COMPLICITA’.

SPESSO  GUARDO MIO FIGLIO E MI VIENE NATURALE PENSARE ALLA SUA MAMMA BIOLOGICA E AL MERAVIGLIOSO REGALO CHE LEI NON SA NEMMENO DI AVERMI FATTO E POI ATTRAVERSO LUI CERCO DI IMMAGINARE IL SUO VOLTO E LO FACCIO CON SERENITA’ E TANTO PIACERE.

QUESTO PER DIRVI CHE ANCHE IO 2 ANNI FA HO AVUTO TANTE PAURE, NON E’ STATA UNA GITA FUORI PORTA. MI SONO LETTA ARTICOLI INTERI SULL’EPIGENETICA, LI LEGGEVO E RILEGGEVO, POI PENSAVO E RILEGGEVO PER TROVARE LA RISPOSTA CHE MI VOLEVO SENTIR DIRE, MA NON C’ERA E ALLORA RINIZIAVO DA CAPO…..POI AD UN  CERTO PUNTO MI SONO DETTA “BASTA!”

 IO ERO DISPOSTA A TUTTO PER RIUSCIRE AD AMARE UN FIGLIO.

SE AVETE DEI DUBBI, DELLE PAURE DI UNA MANCATA SOMIGLIANZA, DI QUEI GIUDIZI GRATUITI CHE FANNO SOLO MALE…., ANDATE OLTRE, SUPERATE QUELL’OSTACOLO.

VI RENDERETE CONTO CON IL TEMPO CHE QUELLA E’ LA STATA LA DECISIONE PIU’ GIUSTA CHE POTEVATE PRENDERE, NON VE NE PENTIRETE MAI.

UN FIGLIO TI STRAVOLGE LA VITA, LA CASA, I PROGETTI…. E’ UN URAGANO D’AMORE…IO NON PENSAVO SI POTESSE AMARE COSI TANTO PRIMA DI AMARE LUI.

MA IL MOMENTO PIU’ BELLO E’ QUANDO GLI CHIEDO UN BACIO. LUI MI GUARDA, MI SORRIDE E MI METTE IL SUO NASINO IN BOCCA. E’ COSI CHE DA PICCOLO LO COCCOLAVO E ADDORMENTAVO, APPOGGIANDO LE MIE LABBRA SUL SUO NASINO.

Angela7919

arlotta.angela@gmail.com

Nessun Commento
Lascia un commento:

Share This