Inseminazione Artificiale: quando e come effettuarla.

Inseminazione artificiale quando e come effettuarla

L’ Inseminazione Artificiale è il trattamento di fertilità di primo livello, che viene consigliato alle coppie giovani che non riescono a concepire in maniera naturale.

L’infertilità è una malattia che oggigiorno colpisce tanto la donna come l’uomo a causa di vari fattori: genetica, stile di vita, cattiva alimentazione, cattive abitudini (fumo), ecc… Tutti questi elementi, combinati con una società che giorno dopo giorno ci sottopone a situazioni di stress, fanno sì che il concepimento in maniera naturale sia oggi molto difficile da raggiungere.

Cosa fare se non si riesce a concepire naturalmente?

Quando dopo vari mesi di tentativi di concepire in maniera naturale, una coppia non riesce a ottenere una gravidanza, la prima cosa da fare è quella di effettuare dei controlli per verificare la riserva ovarica della donna e la capacità spermatica dell’uomo.

Nel momento in cui si è valutata l’impossibilità di concepire in modo naturale o tramite rapporti sessuali programmati (sarà il medico che, in base al ciclo ovulatorio della donna, indicherà il momento più opportuno per mantenere relazioni sessuali in modo da far sì che venga rispettato il periodo ovulatorio), se l’età della donna è al di sotto dei 37 anni, si può cercare di avere una gravidanza tramite il trattamento di Inseminazione Artificiale.

Quando è consigliato effettuare un trattamento di Inseminazione Artificiale?

  • Quando dopo vari tentativi di concepimento in maniera naturale, la causa di sterilità rimane sconosciuta
  • Quando la donna ha problemi di ovulazione (cicli mestruali irregolari)
  • Quando ci sono delle alterazione nel collo dell’utero che non permettono agli spermatozoi di raggiungere le tube di fallopio
  • Quando le tube di fallopio sono permeabili (la permeabilità delle tube viene diagnosticata attraverso un esame chiamato Isterosalpingografia) e quindi non ci sono impedimenti affinché possa avvenire la fecondazione dell’ovulo tramite Inseminazione Artificiale
  • Quando la qualità spermatica non è ottimale a livello di concentrazione e motilità

Queste sono le principali cause per cui una coppia deve effettuare un trattamento di Inseminazione Artificiale e aumentare quindi le possibilità di ottenere una gravidanza.

In cosa consiste l’Inseminazione Artificiale?

L’Inseminazione Artificiale è una tecnica di riproduzione assistita che consiste nell’inserire il campione di liquido seminale (del compagno o del donatore) direttamente nell’utero della donna tramite un catetere.

Per poter procedere con un trattamento di Inseminazione Artificiale è necessario, innanzitutto, che la donna non abbia superato i 37-38 anni. Come dicevo in un articolo predecente, infatti, la riserva ovarica e la qualità degli ovociti comincia a diminuire oltre i 35 anni, ed è per questo motivo che oltre questa soglia, se si sta cercando una gravidanza, è consigliato non perdere troppo tempo.

Nel momento in cui la donna ha effettuato gli esami relativi alla valutazione della riserva ovarica e i risultati indicano che ci sono le basi per procedere con un trattamento di fertilità, si può procedere con l’ Inseminazione Artificiale.

In base ai valori ormonali, il medico del Centro di Fertilità deciderà se è il caso di procedere con il ciclo naturale della paziente  o effettuare una leggera stimolazione ovarica.

Inseminazione artificiale con ciclo naturale: questa tipologia di trattamento consiste nel controllare l’ovulazione della paziente tramite delle ecografie periodiche senza la somministrazione di farmaci. La prima ecografia viene effettuata il secondo giorno del ciclo mestruale, la seconda ecografia viene effettuata dopo circa una settimana dalle mestruazione e viene misurato il follicolo predominante. A seconda delle dimensione del follicolo, si decide con che frequenza effettuare i successivi controlli ecografici. Quando il follicolo predominante avrà superato i 17mm, verrà indicato alla paziente di iniettarsi un farmaco a base di hCG (gonadotropina corionica umana) per provocare l’ovulazione. 36 ore dopo la somministrazione del farmaco si procede all’introduzione del campione di seme direttamente in utero.

Inseminazione artificiale con ciclo stimolato: questa tipologia di trattamento consiste nel controllare l’ovulazione della paziente tramite delle ecografie periodiche con la somministrazione di farmaci. La prima ecografia viene effettuata il secondo giorno del ciclo mestruale, il medico indicherà quindi la quantità e tipologia di farmaco che la paziente dovrà iniettarsi (solitamente sono quantità molto basse per evitare che si producano più di due follicoli). La seconda ecografia viene effettuata dopo circa cinque giorni dalle mestruazioni per misurare il follicolo predominante e, se è il caso, modificare le dosi del farmaco.  A seconda delle dimensione del follicolo si decide con che frequenza effettuare i successivi controlli ecografici. Quando il follicolo predominante avrà superato i 17mm, verrà indicato alla paziente di iniettarsi un farmaco a base di hCG (gonadotropina corionica umana) per provocare l’ovulazione. 36 ore dopo la somministrazione del farmaco si procede all’introduzione del campione di seme direttamente in utero.

In entrambi i casi, se si producono più di uno o due follicoli predominanti, il trattamento di Inseminazione Artificiale dev’essere cancellato per non rischiare gravidanze plurigemellari.

 

Differenze tra Inseminazione Artificiale Omologo ed Eterologa

L’Inseminazione Artificiale Omologa viene effettuata quando si tratta di una coppia con un’indicazione di infertilità lieve, tanto da parte della donna che dell’uomo. Entrambi i menbri della coppia si sottopongono agli esami di routine e il medico del Centro di Fertilità darà loro indicazioni e istruzione per procedere con il trattamento. Il campione di seme verrà depositato, tramite masturbazione, lo stesso giorno dell’Inseminazione Artificiale presso il Centro di Fertilità e trattato in laboratorio prima di essere iniettato in utero attraverso un catetere molto sottile.

L’Inseminazione Artificiale Eterologa viene effettuata quando il trattamento viene fatto da una donna single o quando l’uomo è affetto da un fattore di infertilità severa per cui non è possibile ricorrere ai suoi spermatozoi (o in caso di azoospermia: assenza di spermatozoi). In questo caso viene utilizzato il campione di seme congelato di un donatore che è stato precedentemente sottoposto a un check up medico per verificare il suo  buono stato di salute e la capacità spermatica. Il giorno dell’Inseminazione Artificiale, il campione di seme viene scongelato e iniettato in utero attraverso un catetere molto sottile.

 

Se pensate che questo articolo possa essere di aiuto, vi invito a condividerlo in modo che tutti possano sapere in cosa consiste il trattamento di Inseminazione Artificiale e quando è conveniente ricorrervi.

 

Angela7919

arlotta.angela@gmail.com

Nessun Commento
Lascia un commento:

Share This